News Rivista — 04 ottobre 2013

Cerchi qualcosa da leggere, che non si discosti troppo dagli scrittori che conosci e ami? Anche se sono passati alla storia per i loro grandi classici senza tempo, molti scrittori famosi hanno firmato altrettanti libri di qualità ma che per varie ragioni non hanno riscosso un successo planetario. Vale comunque la pena di conoscerli, però. Ecco una lista dei 10 libri meno conosciuti, ma sempre molto belli, degli autori che già amavi.

Invitation to a Beheading, di Vladimir Nabokov. Tutti hanno letto Lolita, non c’è dubbio, ma pochi hanno preso in considerazione i suoi libri scritti in russo, surreali, colmi di metafore e curiosità, in stile kafkiano. Inoltre, anche se Nabokov ha spiegato che Lolita è il libro a cui tiene di più, Invitation to a Beheading, lo definisce “il migliore”.

The General in His Labyrinth di Gabriel Garcìa Màrquez. Gli amanti del premio nobel discutono spesso quale sia più affascinante tra “Amore ai tempi del colera” e “Cent’anni di solitudine”, ma forse si scordano che Màrquez è anche autore di altri quattro romanzi, quattro novelle e una manciata di short stories. Una delle quali è appunto The General in His Labryrinth, che racconta gli ultimi giorni di Simon Bolìvar.

A Wilde Sheep Chase, di Haruki Murakami. Tutti la conoscono e la amano per i suoi romanzi metafisici. Una storia più tranquilla, ma non meno bizzarra di Haruki, la possiamo trovare invece in “A White Sheep Chase”, dove incontriamo una donna dalle orecchie magiche, un riluttante detective pecora, e molti riferimenti a Arthur Conan Doyle.

A Country Doctor’s Notebook di Mikhail Bulgakov. “Il maestro e Margherita” è sicuramente uno dei migliori romanzi del 20 esimo secolo, ma non è l’unico romanzo che questo scrittore ci può offrire. A Country Doctor’s Notebook è un racconto di short stories, tratto dalle esperienze personali di Bulgakov, un dottore dal viso giovane e fresco, ma segnato dal continuo pensiero di dove finisce il surreale e comincia il reale.

Personal Recollections of Joan of Arc, di Marc Twain. Molti critici non considerano molto buoni i lavori delle memorie di Giovanna D’Arco di Twain, tanto da non prenderli nemmeno in considerazione. Twain invece ritiene che essi siano il lavoro migliore e più importante che abbia mai scritto, “Quello che mi piace di più è Joan of Arc, è il migliore; lo conosco alla perfezione, ci sono voluti dodici anni di preparazione, due anni per scriverlo. Gli altri romanzi non hanno avuto bisogno di niente”. Fidiamoci di Twain, leggiamo il suo miglior scritto!

Il cavaliere inesistente, e Il Visconte dimezzato di Italo Calvino. Non puoi sbagliare con lui, qualsiasi sua opera tu legga, sceglierai bene. Questi due scritti, sono romanzi di fantasia, che insieme a Il barone rampante formano una trilogia.

Villette di Charlotte Bronte. Sebbene considerato da molti studiosi, compresa Virginia Woolf, il miglior romanzo della Bronte, esso è stato oscurato da un altro capolavoro, Jane Eyre. Se avete voglia di leggere di un’altra eroina, lasciatevi incantare da Lucy Snowe in Villette.

The Broom of the System di David Foster Wallace. Le persone hanno generalmente due approcci quando si parla di Wallace, alcuni ritengono che sia il migliore nei suoi saggi e si dirigono verso Consider the Lobster, altri invece preferiscono gettarsi a capofitto in Infinite Jest. Sono entrambe buone tattiche ma rischiano di far ignorare il suo primo, divertente, bizzarro romanzo: The Broom of the System.

Coming Up For Air, di George Orwell. Questo è l’ultimo lavoro di Orwell, prima di Animal Farm e Ninetten Eight-Four, e proprio per questo motivo è spesso ignorato, nonostante sia molto bello ed elegante.

L’ultimo che voglio presentarvi è un libro di Virginia Woolf, The Voyage Out. È il suo primo romanzo, e non è così ben strutturato come i lavori successivi, ma è sempre favoloso. E.M. Foster lo definisce: “Ecco un lavoro che raggiunge unità così come Wuthering Heights, ma da un’altra prospettiva. È assolutamente travolgente”.

Avete trovato almeno uno dei vostri autori preferiti? Cosa aspettate, leggete anche i loro romanzi meno conosciuti, e diteci cosa ne pensate! Buona lettura!

Francesca Macchiarini

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.