News Rivista — 18 settembre 2013

In tanti ci chiediamo quale sia la migliore soluzione per abbattere l’inevitabile crisi del mercato editoriale.

A tal proposito un’idea certamente innovativa l’hanno avuti alcuni ragazzi italiani, i quali hanno pensato di realizzare una piattaforma digitale (o piattaforma web?), 20lin.es, mirata a combinare scrittura e lettura insieme. L’idea è nata agli inizi del 2012 e l’iniziativa è stata accolta con successo durante il Salone Internazionale del libro di Torino. Infatti ha già riunito una community di 30mila lettori al mese e 6.500 autori attivi.

In altre parole 20lin.es consiste nell’iniziare scrivendo un incipit di massimo 20 righe, la storia rimane attiva per 20 giorni e può avere fino a sei paragrafi. Ma la vera innovazione/rivoluzione, e questo spiega (l’inaspettato?) successo che hanno riscosso, è che altri utenti possono contribuire all’evoluzione del racconto. Allo scadere dei 20 giorni saranno proprio i lettori, con i loro voti e commenti a decidere quale storia li abbia colpiti di più e questa verrà pubblicata sottoforma di e-book.

Un progetto certamente creativo dato che offre la possibilità a dei semplici utenti che da sempre sognano di diventare scrittori di far emergere la loro passione di scrittura. (D’altronde ognuno di noi ha in serbo almeno 20 righe che sogna di pubblicare… … ) Anche Giorgio Faletti ha contribuito al progetto lanciando un incipit intitolato “Ogni luna ha due facce” che poi è stato sviluppato da altri utenti.

Tuttavia quest’iniziativa è consigliabile non solo ad aspiranti scrittori ma anche a chi ha voglia di avventurarsi in storie che si diramano in forme diverse.

Ilaria Stirpe


Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.