Curiosità dal web Rivista — 24 marzo 2014

Ormai siamo abituati ad adattare la scrittura in base al mezzo. Così come diceva Marshall McLuhan, “il mezzo è il messaggio”, bisogna ricordare però che non è solo il messaggio a determinare il mezzo, e viceversa, ma ci sono anche molti altri fattori che incidono sul tipo di testo, e quindi di scrittura. Fattori economici, culturali, sociali, contestuali e personali.

Innanzitutto però esistono alcune regole per saper scrivere bene. Poche e semplici regole che aiutano a scrivere un buon testo. Eccole:

  1. Aver qualcosa da dire, non importa se è qualcosa di lungo, basta che dica qualcosa, che significhi qualcosa. Soprattutto sui social network, dove le celebrità molto spesso per farsi sentire “presenti”, scrivono il buongiorno e la buonanotte, senza però aggiungere altro. Invece bisogna allungare questi pensieri, non importa siano profondi, possono essere anche delle semplici descrizioni, ma devono contenere un messaggio.
  2. Scrivere con sentimento. Se non sei ispirato, se non vuoi trasmettere niente con quello che scrivi, non ha senso che tu prenda carta e penna e cominci a scrivere. Piuttosto aspetta, un giorno, due settimane, un anno, ma aspetta. Scrivere senza voglia e senza felicità non serve a niente. I pensieri detti con il cuore, anche sui social, sono quelli più condivisi, più letti, più cinguettati.
  3. Rileggere, sempre. È importante, perché se qualche errore rimane, è come se non ve ne importasse di quello che state scrivendo. Inoltre a volte gli errori sono veri e propri orrori. Evitiamoli, non solo per la nostra immagine, anche per l’immagine che gli altri si fanno di noi.
  4. Avere un punto di vista. Non importa quale, basta che ne abbiate uno. Comico, sarcastico, malinconico, scorbutico, positivo. Potete criticare sempre, come essere la persona più gioiosa e positiva, basta che se cominciate su una strada, finiate con essa. Se la cambiate, dovete spiegarne i motivi, far capire perché.
  5. Le parole restano. Non è vero che le parole volano e lo scritto rimane. Lo scritto è fatto di parole, che rimangono indelebili. Soprattutto se sono belle parole, importanti, forti. Dobbiamo pensarci bene perciò prima di scrivere, prima di pubblicare.

Scrivere è bello, soprattutto se lo si fa per l’amore della scrittura. Però bisogna seguire certe regole per evitare di sbagliare. Esistono mille libri, mille testi, tutti hanno uno schema sotto, qualcosa di ‘pensato’ e ragionato. Non dimentichiamo che la scrittura non è fatta solo di parole scritte e dette in aria, è fatta di parole precise, scelte.

Francesca Macchiarini

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.