Senza categoria — 25 novembre 2012

Peter Jackson, il regista del Signore degli Anelli, durante la lettura della trilogia di Tolkien, deve aver pensato che non esistano al mondo luoghi migliori dove poter ambientare una trasposizione cinematografica del film all’infuori dei paesaggi della Nuova Zelanda, la quale, di fatto, è diventata la Terra di Mezzo della realtà.

Non c’è da stupirsi, dunque, se i neozelandesi puntino moltissimo sull’accrescimento del numero dei turisti grazie alla nuova trilogia tolkeiniana in arrivo nelle sale: Lo Hobbit. L’insegna dell’aeroporto di Wellington è stata modificata per l’occasione, e vi avvisa che siete arrivati “In The Middle of Middle-earth”. Non solo, all’interno dello scalo, troverete una gigantesca statua (13 metri per 1 tonnellata di peso) che raffigura il perfido e schizofrenico Gollum che cerca di pescare dei salmoni. Parafrasando il sottotitolo del film di Jackson “Un viaggio inaspettato”, si potrebbe dire che capitare in Nuova Zelanda di questi tempi offra senz’altro inaspettate sorprese.

       

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.