News Rivista — 19 gennaio 2013

Pare che il mondo abbia bisogno di vampiri a volontà, maghi a volontà, ma soprattutto di affascinanti uomini disinibiti.

Un sorprendente esordio letterario fa esplodere la voglia dei lettori per un argomento nuovo, di tendenza, e allora ecco che le case editrici sfoggiano i loro autori migliori affinché ci sia risposta, o meglio la presuntuosa speranza di incassare più della J.K Rowling, più di S.Meyer, più di E. James.

Quindi su questo filone si piazza il concorso di letteratura erotica: “La seduzione e l’eros” organizzato da Edizioni progetto cultura, una piccola casa editrice romana, e dal caffè letterario Mangiaparole. In premio c’è la pubblicazione all’interno di una nuova collana della casa editrice, a titolo gratuito e tramite contratto di pubblicazione.

“Ci siamo chiesti se quella della James sia veramente l’espressione letteraria più significativa dell’erotismo in questi ultimi anni. Il suo successo farebbe pensare di sì, ma noi ci rifiutiamo di crederlo! Siamo convinti che, almeno in Italia, c’è chi saprebbe fare di meglio.”

Molti autori cadranno nella tentazione di sfidare i grandi numeri; deliri di onnipotenza, gesti disperati o coraggiose speranze?

Accade come per i giovani aspiranti rock star; ricalcano ciò che corrisponde alla personificazione del successo e si costruiscono un personaggio a loro immagine e somiglianza.

Ma l’Italia ha davvero bisogno della versione nostrana di E. James? 

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.