News Rivista — 04 gennaio 2013

La quantità di libri che ogni lettore accumula nel tempo può, talvolta, rappresentare un problema. Spesso ci si ritrova nella condizione di non saper più cosa farsene e, nella migliore delle ipotesi, vengono rinchiusi in qualche scatolone relegato in un angolo della soffitta ad attirare la polvere. Nel peggiore dei casi, invece, vengono buttati.
Buttare un libro è un peccato mortale e in America il sito internet Better World Books ha, finalmente, trovato una soluzione degna del problema.
Basta una semplice richiesta telematica e il sito invia nella propria casa, americana, in quanto è purtroppo operativo solo negli states, un’etichetta che permette, compilandola, di disfarsi dei libri che si vorrebbero buttare e inviarli a loro gratuitamente.
L’associazione donerà i libri alle biblioteche, alle scuole oppure saranno inseriti in un catalogo online dove potranno essere acquistati come usati per poi donare il ricavato ai programmi per l’istruzione mondiale o in via estrema verrano riciclati.
Fino a questo momento Better World Books ha ricevuto circa 58 milioni di libri e ha ricavato più di 10 milioni di dollari, salvando così dalle discariche circa 40.000 libri e trasformando ciò che sarebbe divenuto pattume in risorse importanti per l’istruzione.

Alessio Zazzetta

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.