News Rivista — 18 febbraio 2013

Se a San Francisco sono già pronti ad inaugurare le biblioteche high tech senza libri cartacei, che di fatto provocheranno anche un cambiamento di definizione, visto che non si sa fino a che punto potranno essere definite “biblioteche”, in Italia anche solo immaginare luoghi del genere sembra fantascienza.

Gli edifici bibliotecari vengono spesso trascurati, salvo alcuni casi che rappresentano però un’avanguardia. Come la biblioteca del comune di Seriate, nel bergamasco, se, a piccoli passi, si rinnova sempre di più e diventa più accessibile e tecnologica. Da un paio di giorni, infatti, è attivo l’importante e innovativo servizio di auto-prestito.

Per rilanciare il servizio bibliotecario e rendere più semplice e veloce il prestito e la restituzione di libri e dvd, nella biblioteca civica “Giacinto Gambirasio” sono state installate delle stazioni di auto-prestito e un sistema di radio frequenza (Rfid), che è stato inaugurato ieri mattina alle 10,30, nella sala dell’auditorium, alla presenza del responsabile della biblioteca Marco Azzerboni, dell’assessore alla Cultura del Comune di Seriate, Ferdinando Cotti e dell’assessore alla Cultura, Spettacolo, Identità e Tradizioni della Provincia di Bergamo, Giovanni Milesi. Su ogni documento librario – in totale 60mila volumi tra libri, dvd e cd – è stata applicata una speciale etichetta basata sulla tecnologia Rfid, che permette un “dialogo” tra libri dotati di etichetta con microchip, il numero di inventario del documento e la stazione di auto prestito, dotata di antenna ricettiva del segnale. Un ulteriore passo in avanti che, come spiegano i responsabili, rappresenta il proseguimento di un percorso iniziato già da qualche anno: “Per Seriate è un ulteriore tassello innovativo. Dal 2009 è attivo un servizio wi-fi gratuito, inoltre siamo nel sistema B-evolution e in linea con Medialibrary per offrire agli utenti la possibilità di sfogliare giornali a livello digitale, scaricare musica e e-book”.

All’interno della biblioteca, in prossimità dei banchi prestito, sono stati installati quattro totem di auto prestito, due riservati agli adulti e due per i ragazzi e i bambini. I lettori potranno restituire i libri in qualsiasi momento della giornata, anche durante le ore notturne. Sarà sufficiente infilare il libro preso a prestito in un’apposita cassetta installata all’esterno della biblioteca. “Da tre anni – ha sottolineato l’assessore Cotti – insieme alla Provincia di Bergamo, siamo impegnati a innovare il sistema bibliotecario. L’operazione di auto prestito si inaugura partendo dal Comune di Seriate. Abbiamo avuto la fortuna di avere già soldi in bilancio per dare il via al progetto, che ci è costato un investimento di 45mila euro”.

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.