Approfondimenti Rivista — 29 giugno 2013

Maria Popova, definita la “regina letteraria del Web”, ha ventotto anni ed è nata a Sofia, Bulgaria. Trapiantata a Brooklyn dall’epoca degli studi universitari, la Popova è diventata oggi una vera e propria icona del fare cultura nell’universo virtuale della Rete. Con la sua pagina Web “Brain Pickings”, nata sette anni fa, questa giovane donna intraprendente propone uno spazio stimolante e coinvolgente ai suoi numerosissimi followers (il sito ha superato i 500 mila visitatori al mese): “It is your cross-disciplinary LEGO treasure chest”. E’ così che lei stessa definisce il suo regno culturale, una grande scatola di Lego in cui si può giocare ad incastrare pezzi colorati in soluzioni inedite e sorprendenti. Di certo, infatti, la varietà non manca: arte, letteratura, politica, scienza, tecnologia e tanto altro.

Nel contesto di questo suo mirabolante progetto, la Popova sente propriamente di essere stata investita di una missione cruciale per l’umanità e per il suo patrimonio culturale, “trovare un antidoto alla cultura di Google”. Nella sua ultima intervista al Guardian, Maria ha raccontato il modo in cui raccoglie i contenuti che propone ai suoi lettori: “I find most of my material offline. I gravitate more and more towards historical things that are somewhat obscure and yet timely in their sensibility and message”. Contenuti ricercati e insoliti, ricchi di fascino ma scartati dall’onnipotente cultura di Google: “We really need an antidote to this culture of “if it’s not Google-able, it doesn’t exist”. There’s a wealth of knowledge and inspiration offline, ideas still very relevant and interesting.”

Nella stessa intervista, alla domanda riguardo ai cambiamenti che Internet ha portato nel modo in cui concepiamo la cultura, la Popova riflette su un unico punto, sul fattore cronologico che sembra diventato imperante nella selezione dei contenuti culturali: “It seems that just because something is more recent, it’s more relevant; yet, in culture, the best ideas are timeless, they have no expiration date. This makes the internet a tricky medium for organising information and prioritising knowledge”. Contrariamente ai parametri imposti dalla cultura di Google, la Popova impiega tutte le sue energie per trasformare l’informazione caotica e cronologica di Internet in vera conoscenza e saggezza, svelando a tutti gli appassionati i segreti delle produzioni letterarie che non hanno avuto occasione di farsi conoscere.

Ma il suo impegno non finisce qui. Andando ancora una volta contro alle direttive assunte dal colosso di Google, la Popova è contro ad ogni forma di pubblicità che, a suo avviso, rappresenta soltanto una trappola per il lettore, e non riceve nemmeno alcuna percentuale effettiva per il suo oneroso lavoro: il solo contributo economico è quello che le viene offerto spontaneamente dai visitatori che continuano a dimostrarle grande partecipazione.

Insomma, la missione della Popova è davvero coraggiosa e si presta ad essere rivoluzionaria: senz’altro rappresenta un interessantissimo input verso un nuovo modo di concepire la cultura ai tempi del Web. Ma c’è anche chi, da una cattedra accademica, non si vede molto d’accordo con questa nuova strategia culturale: “A volte è frustrante vedere contenuti così preziosi—racconta un ricercatore di letteratura della New York University che vuole restare anonimo —su cui passiamo le nottate, “buttati” online con un design accattivante”. Sono molti gli intellettuali e gli studiosi americani che la pensano così e che manifestano indifferenza e freddezza verso il fenomeno Brain Pickings.

Ad ogni modo, comunque la si voglia pensare, è necessario e doveroso fare i conti con gli effetti che Internet ha creato sul nostro modo di intendere la cultura e di comunicarla alla grande massa degli utenti del Web. A mio avviso, a questo proposito, la Popova ha dato vita ad un esperimento unico e dalle grandi straordinarie possibilità di crescita.


Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.