News Rivista — 26 febbraio 2013

A tutto sembra esserci una soluzione quando le tasche sono talmente piene da lasciare i piedi incollati a terra. Nessun sogno apparirebbe tanto allettante da poterlo preferire alla realtà.

Ecco quindi che il desiderio coincide con la realizzazione, l’aspirazione con la possibilità. Quanti scrittori sperano di svettare sulle classifiche dei libri, magari sgomitando contro Gramellini o contro la donna delle “50 Sfumature”?

Per la gente comune il sogno sfocia nell’impossibilità e allora la rassegnazione prende il posto della determinazione.

La soluzione la propone ResultSource (RSI). Il leader del marketing editoriale progetta collaborazioni e attività per raggiungere obiettivi concreti. Così il sogno di scrivere un best seller per uno scrittore diviene realtà. In pratica basta pagare 46 mila dollari per poter vedere il proprio titolo primeggiare sulla classifica del Wall Street Journal. I più ambiziosi saranno anche disposti a sborsare 140 mila dollari (più una tassa di 13 mila dollari) per piazzarsi grazie a RSI nella classifica del New York Times.

Gli ordini delle copie vengono effettuati da diverse zone per evitare controlli sulla veridicità delle posizioni affermate sui giornali. I libri poi vengono venduti a prezzo scontato su siti come Groupon.

Le classifiche convincono molti lettori, quindi l’obiettivo è quello di generare altre vendite grazie alle prime ottenute col metodo “menzognero”.

Si possono comprare prestigio, posizioni e lusinghe. La regola del buon libro si allontana sempre di più dalla consistenza delle tirature.

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.