News Rivista — 17 settembre 2013

La notizia era nell’aria. Nel 2012 era partita la denuncia contro El Paìs. Agli organi di tutela del lavoro spagnoli non erano sfuggite le segnalazioni di sfruttamento degli stagisti del quotidiano, che oltre alla normale attività richiesta venivano tenuti occupati molto oltre l’orario previsto.

Col passare dei mesi, agli stagisti venivano richieste le stesse prestazioni lavorative dei redattori assunti con contratto. Turni regolari, domeniche in redazione, persino turni di notte e servizi coperti da inviati, dei redattori a tutti gli effetti. Peccato che non lo fossero.

Da ieri la sanzione è definitiva: 160 mila euro di ammenda inflitti a El Paìs dal Tribunale del Lavoro, con i dirigenti del giornale che annunciano ricorso.

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.