Rivista — 18 aprile 2011

Nel capitolo precedente della rubrica “Consigli per lo scrittore” sono stati descritti ed elencati i tre metodi di raccolta delle idee. In questo capitolo è doveroso elencare gli errori più comuni che in questa fase possono essere commessi.

Adottando il metodo di raccolta della lista delle idee si rischia di incappare in una serie di errori, primo tra i quali quello di rimandare l’appunto di una idea da utilizzare ad un momento successivo, pensando che comunque torni alla memoria, rischiando di farla sfumare. Un altro errore comune è quello di inserire nell’elenco idee preliminari, o quello di scrivere senza mai rileggere gli elementi elencati in precedenza, processo che invece può risultare utile nella generazione di nuove idee. È necessario evitare di generare subito una scaletta ma è utile cercare di spaziare ed allargare la ricerca di informazioni ed idee, ed è altrettanto utile appuntarle su grandi fogli bianchi lasciando spazi tra le righe dove potranno essere inseriti nuovi elementi collegati.

Tra gli errori più comuni prodotti da chi sceglie invece il metodo del grappolo associativo, c’è quello di realizzare pochi livelli invece di allargare il numero delle associazioni, precludendosi la possibilità di sviluppare il più possibile le intuizioni emerse precedentemente. Un altro errore è quello di disporre poche idee al primo livello del “grappolo” mentre è consigliabile che ne abbia un gran numero. Ciò che rischia invece di rendere problematico il successivo processo di organizzazione delle idee è collegarle all’interno della struttura a grappolo senza che vi sia tra esse un rapporto di associazione. Un’idea che non è associabile con nessuno degli elementi prodotti va posta vicino al problema centrale.

Ci sono infine degli errori legati al metodo di raccolta del flusso di scrittura che consistono in genere nel pensare che il testo scritto di getto sia già quello definitivo o nello scrivere molto a lungo senza darsi un limite temporale. Il testo prodotto da questo metodo di raccolta e stesura di idee man mano che vengono prodotte va riesaminato con attenzione e solo in qualche caso è possibile riutilizzarlo. Proprio per questo motivo non conviene scrivere un testo molto lungo che tenderà a ripresentare contenuti già sviluppati o ad allontanarsi dal tema centrale.

Share

About Author

admin

(3) Readers Comments

  1. thank you for the info, it really helps.http://www.ecadastro.com.br

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.