Curiosità dal web Rivista — 11 gennaio 2014

Si sa, leggere ha sempre suscitato un certo fascino…

Chi di noi entrando in libreria e adocchiando un romanzo dalla trama interessante e accattivante, non ha iniziato a fantasticare sulla storia?! E alla fine cedendo alle lusinghe che il libro emana lo ha comprato ed è uscita felice dell’acquisto fatto?! Tutti noi lettori abbiamo provato tali sensazioni.

Eppure, ci sono dei romanzi che nessun lettore si sognerebbe mai di ricevere come regalo, figuriamoci di comprare. Noi di ScrivendoVolo abbiamo voluto stupirvi e così abbiamo stilato una classifica di cinque libri bizzarri e alquanto stravaganti che non renderebbero felice neanche il più atipico dei lettori.

Al primo posto troviamo:

1)     Non farmi tornare mamma, questo testo è stato pubblicato per la prima volta nel 1990 e racconta i rituali di abusi satanici fatti su bambini, con l’intento di far trovare al bimbo il coraggio necessario a denunciare un abuso subito, in realtà questo libro spaventava solo il bambino vanificando l’obiettivo prefissato.

2)     La Bibbia e i dischi volanti, Barry Dowing, Ministro e appassionato di UFO spiega un collegamento tra gli extraterrestri e il mondo biblico, affermando che in realtà i miracoli biblici siano stati opera degli alieni e non del divino. Ora, a parte immaginarvi le polemiche che il libro ha suscitato all’interno dell’ambiente ecclesiastico, si tratta di certo di una trama alquanto bizzarra.

3)     Ecofascism-Lessons from the German Experience, è un libro in cui Nazisti non vengono visti come responsabili di  milioni di morti, ma come iniziatori del movimento ecologista, insomma gli antenati dell’attuale Movimento Verde come lega per la salvaguardia dell’ambiente.

4)     Codex Seraphinianus, di Luigi Serafini, scritto nel 1981, è una sorta di enciclopedia su un mondo alternativo simile alla nostra terra, in cui ogni capitolo descrive aspetti di questo mondo immaginario, come l’architettura, la flora, la scienza, la politica, la fauna e chi più ne ha ne metta. Il problema essenzialmente è che il testo risulta essere indecifrabile, infatti nessun decodificatore e filosofo è riuscito a dargli una parvenza di spiegazione, tanto che fino ad ora non è stato possibile decodificarlo.

In basso alla classifica se non altro per l’argomento forse più bizzarro mai trattato, troviamo niente di meno che:

5)     The Stray Shopping carts of eastern North America, a guide to field identification, a cura di Julian Montague: è una guida per identificare i carrelli abbondonati, sì, proprio  loro, i classici carrelli del supermercato. Dotato di un minuzioso sistema di classificazione, il testo raggruppa dei documenti con tanto di foto di avvistamenti di carrelli scomparsi negli Stati Uniti d’America.

Non ci resta quindi, che farci un augurio, ovvero sperare di non ricevere mai libri del genere in regalo.

Camilla Lombardozzi

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.