News Rivista — 11 gennaio 2014

Se in Italia il numero dei libri cartacei letti è molto basso, quello delle opere stampate in digitale, gli e-book, lo è ancora meno. Nel nostro Paese, la produzione a stampa resta l’attività editoriale principale a scapito di quella elettronica. Infatti, solo il 5% degli editori ha pubblicato titoli esclusivamente in formato e-book. I lettori apprezzano gli e-book per diversi fattori. Innanzitutto il prezzo di vendita, solitamente più conveniente rispetto a quello delle edizioni cartacee ed inoltre gli e-book facilitano il trasporto e l’archiviazione dei contenuti. Ma ciò che ostacola maggiormente la diffusione degli e-book è  la scarsa alfabetizzazione informatica nell’utilizzo delle nuove tecnologie e l’immaterialità del libro digitale. Gli editori intervistati credono che in futuro, già nei prossimi tre anni la diffusione degli e-book crescerà in modo positivo. Il 53,8% dei grandi editori conferma ottimisticamente questa evoluzione al contrario dell’opinione del 20% dei medi editori.

Nel 2012, circa il 21% delle opere pubblicate a stampa nel nostro Paese è stato reso accessibile al pubblico anche sotto forma di e-book. I grandi editori  hanno pubblicato in digitale l’86,4% delle opere pubblicate su carta, tra questi, i titoli di “varia adulti” sfiorano il 66,1%, seguiti dai libri di testo per le scuole primarie 52,2%, quelli di matematica 50,6%, filologia e linguistica 44,4% e infine i libri di geografia, viaggio e atlanti 42,6%.

Nel nostro Paese, anche se le percentuali sono molto basse, il consumo dei prodotti editoriali digitale si sta lentamente espandendo, circa 5 milioni 224 mila persone di 6 anni e più hanno letto o scaricato libri online o e-book. L’e-book potrebbe quindi promuovere la lettura anche nelle famiglie che hanno minore confidenza con i libri cartacei, infatti circa il 5,2% delle persone ha ammesso di non avere nessun libro a casa e che hanno utilizzato Internet negli ultimi 3 mesi per leggere o scaricare opere editoriali digitali. Finora, grazie agli e-book, negli ultimi 12 mesi, il numero dei libri letti è aumentato, il 18,4% ha letto da 1 a 3 libri, mentre il 30,2% ha letto 12 o più libri.

Possiamo concludere che il mercato di libri e di e-book in Internet sta progressivamente crescendo, circa 2 milioni e 500 mila persone negli ultimi 12 mesi hanno acquistato libri o e-book online, il 27, 3%, nel 2012 erano solo il 25,1%. Prevalentemente sono le persone che già leggono libri cartacei ad avvalersi di questi servizi tecnologici. Gli acquirenti di libri ed e-book online è pari al 15, 2% per le persone di età compresa tra i 16 e i 74 anni che possiedono non più di 50 libri e del 39,6% per quelli che hanno in casa oltre 200 libri.

Personalmente preferisco i libri cartacei, il poter maneggiare e sfogliare il libro piuttosto che l’ennesimo  oggetto elettronico ormai onnipresente in ogni aspetto della nostra vita. Ma credo che il mercato di e-book si svilupperà presto grazie alle numerose facilitazioni che permettono, sia per quanto riguarda l’agevolazione della lettura di grandi volumi, sia per il prezzo notevolmente inferiore a quello cartaceo e sia per la comodità, di acquistarlo direttamente seduto in poltrona.

Raffaella Ritunno

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.