Pagine culturali FB Rivista — 13 gennaio 2014

Lo sappiamo tutti e lo ripetiamo da anni fino allo sfinimento: si impara ad amare la lettura sin da piccolissimi e insegnare ad amare la lettura ai bambini e ai ragazzi dovrebbe essere un dovere oltre che un piacere. La pagina facebook “Libri per bambini e ragazzi” rappresenta in questo senso un importante punto di riferimento, un esempio da seguire nella diffusione di una corretta educazione alla lettura.

https://www.facebook.com/pages/Libri-per-Bambini-e-Ragazzi/101761940311

Da dove nasce l’idea di creare una fan page dedicata agli appassionati di lettura?

Inizialmente, nel 2009, ho creato il sito www.libriperbambinieragazzi.it.

Dal sito poi sono passata alla fan page facebook perchè credo che sito e fan page debbano coesistere perchè complementari, in un certo qual modo credo si completino. Con il sito si ha una visione generale di quelli che possono essere dei buoni titoli  suddivisi per età o argomento. Direi che il sito è adatto quando si è alla ricerca di un libro. La fan page invece serve per condividere impressioni e consigli sia sui libri che pubblico nel sito che libri proposti dai fan.

Qual è lo scopo della sua pagina?

Ho iniziato un po’ come sfida personale per vedere se ero in grado di trasmettere la mia grande passione per la lettura e la convinzione che, far leggere i bambini e ragazzi, sia fondamentale per la loro crescita. La pagina facebook, infatti, ha proprio lo scopo di convogliare persone con l’interesse per la lettura e stimolare un confronto sui possibili temi da proporre ai nostri bambini e ragazzi

Da quante persone viene gestita?

Gestisco tutto personalmente.

Avendo delle basi informatiche abbastanza solide, sono riuscita a mettere insieme il sito e posizionarlo tra i primi siti nei motori di ricerca. Stessa cosa per la mia pagina facebook che ha sempre un trend crescente di fan.

In che modo pensa sia possibile alimentare una passione come quella per la lettura tramite una pagina social?

Alimentare la passione per la lettura, solamente attraverso una pagina facebook, non è semplicissimo. Sicuramente, per chi non è abituato a leggere, bisogna riuscire a trovare un punto in comune come per esempio un argomento di forte interesse o uno stimolo emozionale che fa scattare quella molla che gli farà dire “perchè non leggerlo?” . E da lì il gioco è fatto…credo che chiunque assapori il gusto della lettura…difficilmente ci rinuncerà.

Come può una pratica individuale diventare condivisa?

Nel caso dei libri credo che basti trasmettere quell’entusiasmo che la lettura di un buon testo ti trasmette ed è fatto! In questo modo, infatti, stimoli la curiosità e la voglia di sapere di più e approfondire l’argomento, magari proprio con la lettura di un buon libro.

Come sceglie i contributi da far vedere ai suoi fan?

Molti titoli li scelgo personalmente in base a quelli che credo siano i temi più importanti, gli argomenti più adatti in base all’età e quelli che, secondo il mio parere personale, trovo formativi per un bambino/ragazzo. Molta attenzione la rivolgo a quei testi che trasmettono quei valori che ritengo imprescindibili come il rispetto, la tolleranza, l’amicizia, l’amore, la creatività e perchè no…anche l’entusiasmo del divertirsi.

Altre volte, invece, i titoli mi vengono proposti dagli autori, o dalle case editrici, e mi vengono inviati perchè ne possa fare una recensione personale.

Perché, nell’immensità delle pagine facebook, un appassionato di lettura dovrebbe scegliere la sua?

Bella domanda! In realtà credo che le persone non si dovrebbero concentrare sulla pagina “migliore” che tratti l’argomento libri bambini/ragazzi, ma credo che sia più giusto attingere da più fonti (tra cui il mio sito e pagina facebook 🙂 ) per farsi una panoramica più completa su quello che il mondo dell’editoria dei bambini/ragazzi offre oggi sul mercato.  Soprattutto, attingere da più fonti, insegna al lettore a confrontarsi con più “teste” che hanno opinioni magari diverse e farsi così una propria idea sull’argomento.

Anche ScrivendoVolo ha una pagina facebook (https://www.facebook.com/scrivendovoloweb?fref=ts) e ne esprime un’altra intitolata “Leggere è Rock”. Pensa che la passione per la lettura sia ormai fuori tempo e fuori moda, o possa ancora rappresentare un valore aggiunto per ognuno di noi? Se sì, in che modo?

La passione per la lettura credo non morirà mai, anche se sembra non essere più di moda…e sono convinta che sì, sia un valore aggiunto per ognuno di noi.

Sono sicura che la lettura ci insegni a conoscere cose che, per la situazione in cui ci troviamo, non potremmo conoscere altrimenti.

La lettura è fonte di forti emozioni, sensazioni e stati d’animo che stimolano la nostra immaginazione…ci apre la mente e questo ci aiuta a vedere con occhi più attenti tutto quello che ci circonda.

Essendo espressione diretta di una realtà nata grazie alle nuove tecnologie, cosa pensa di innovazioni come i libri digitali?

Io sono sicuramente una di quelle persone a cui piace annusare i libri, entrare in una libreria per il semplice e mero piacere di trovarsi intorno migliaia di volumi da guardare, osservare e prendere in mano per sentirli “vivi”….il regalo migliore per il mio compleanno? Un libro…sempre e comunque.

Ma se devo dire cosa penso dei libri digitali posso dire solamente….stupendi! Amo la tecnologia e gli ebook sono sicuramente un esempio di come la tecnologia posso venire incontro ai nuovi ritmi di vita (a volte sicuramente troppo frenetici). Credo inoltre che questi nuovi formati dei libri possano aiutare ad avvicinarsi alla lettura a quelle persone che , magari perchè giovanissimi e/o ipertecnologici, pensano che leggere un libro cartaceo non sia trend. Inoltre bisogna ammettere, soprattutto per i più piccini, che le app relative ai libri sono sempre magicamente attraenti e spesso le attività varie collegate alla lettura del testo sono molto stimolanti per i bambini.

Gli ultimi dati riguardo il numero di lettori, specie giovanissimi, sono sconfortanti, cosa pensa sia possibile fare per coinvolgerli maggiormente fin dalla tenera età?

Sono convinta che molto dipenda dalla convinzione che ciascun genitore ha in merito all’importanza della lettura fin dalla più tenera età. Di contro bisogna dire che si fa molta informazione in merito a questo (incontri tra mamme, community a tema, …) , per cui io mi sento ottimista rispetto al recupero della pratica della lettura…sicuramente anche con i mezzi più moderni e tecnologici….l’importante è leggere….e leggere tanto.

A volte anche i genitori riscoprono il gusto della lettura proprio perchè “spinti” a leggere i libri per i loro figli….e questo lo trovo bellissimo.

Quali sono gli obiettivi futuri che vorrebbe conseguire con la sua fanpage?

Mi piacerebbe riuscire a creare una vera e propria “città dei piccoli lettori”, dove lasciare più spazio all’interattività tra i bambini/ragazzi, e anche genitori ovviamente, e organizzare magari anche degli incontri “dal vivo” per conoscerci…sarebbe bellissimo!

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.