Approfondimenti Rivista — 20 febbraio 2013

Ne avevamo parlato giusto qualche mese fa, delle svariate dimore degli scrittori, maestose, romantiche, fantasiose, le quali ci hanno regalato romanzi che hanno fatto la storia della letteratura mondiale.

Ebbene una delle abitazioni di cui avevamo trattato, situata nell’arrondissement numero quattro nella Place des Vosges in Grand Rue torna oggi a far parlare di sé. È proprio in questa casa che prese vita il romanzo dei “I Miserabili”, di Victor Hugo, poeta, drammaturgo e scrittore, considerato il padre del Romanticismo francese.

Hugo dimorò in quella casa dal 1832 al 1885, anno della sua morte, che si erge su tre piani e al suo interno presenta tre momenti salienti che hanno caratterizzato la sua vita prima, durante e dopo l’ esilio tra l’isola di Jersey, Guernesey e Bruxelles; particolarità della dimora è un dipinto che raffigura il corteo funebre dello scrittore, avvenuto sotto l’Arco di Trionfo a Parigi, a cui parteciparono tre milioni di persone.

Tuttavia l’abitazione, visti i lunghi trascorsi ha bisogno di essere ristrutturata e l’ex Ministro Francese Robert Badinter sta sostenendo il progetto di restauro della villa divenuta museo nel 1903.

Ad oggi i lavori di ristrutturazione della Maison di Victor Hugo sono ancora in corso ed attualmente si continuano a cercare donatori disposti a pagare la notevole opera di restauro. Qualche giorno fa il Municipio di Besancon in Francia ha fatto partire una prescrizione pubblica per restaurare l’abitazione dell’artista che, secondo le previsioni ottimistiche delle amministrazioni e del Municipio, dovrebbe essere terminata alla fine del 2013.

Come ricordiamo i lavori di restauro della dimora sono partiti dieci anni dopo il bicentenario della nascita del padre del Romanticismo e, una volta ultimata, la casa-museo del romanziere avrà il piacere di mostrare al pubblico non solo le opere integrali e la vita di Hugo, ma, soprattutto, l’impegno sociale in favore dei diritti umani. Come non ricordare, infatti, il suo lavoro “Atti e Parole” in cui sono messe in evidenza le lotte dello scrittore per la Pace ed il Suffragio Universale, il miglioramento della condizione della donna, l’abolizione della pena di morte ed il lavoro infantile?

 

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.