News Rivista — 29 aprile 2013

 

L’editoria cerca la svolta nel passato, e lo fa riproponendo quanto di più romantico e fascinoso un lettore abbia potuto abbandonare erroneamente. La casa editrice indipendente Clichy ha infatti riesumato i vecchi e cari Ro.ro.ro (Rowohlt-Rotations-Roman), ossia la prima forma tascabile dei classici. I testi vengono stampati sulla carta dei quotidiani, quindi sembrano dei giornali, ma riportano i must della letteratura.
Dall’8 maggio sarà possibile acquistare al prezzo di 1 Euro i Ro.ro.ro realizzati a stampa rotativa. Tra i primi titoli scelti per lanciare la collana c’è: Le notti bianche di Fedor Dostoevskij.
La casa editrice indipendente Clichy nasce nell’ottobre 2012 sulle ceneri di Barbès Editore, e con questo progetto entra in modo dirompente nel mercato.
Mentre il digitale corre fulmineo verso una meta sconosciuta, qualche lettore si prende il tempo per respirare, magari sedendosi su una panchina in un bel pomeriggio primaverile e leggendo fino a che la luce del sole è generosa. Senza illuminazione artificiale, senza batterie quasi scariche; come un personaggio in bianco e nero in un quadro a colori scintillanti.

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.