Approfondimenti Rivista — 10 ottobre 2012

La quarta edizione della notte dei musei si è svolta sabato 6 Ottobre e anche questa volta ha riscosso un gradevole successo, portando una moltitudine di visitatori tra i migliori musei Romani.
L’affluenza maggiore, come era lecito aspettarsi, è stata al centro storico dove è stato possibile visitare alcuni tra i musei capitolini come: l’Ara pacis, i fori e il mercato di Traiano che ospitavano gratuitamente chiunque volesse immergersi negli antichi fasti Romani.
I più fortunati che hanno avuto l’opportunità di arrivare nei pressi dei musei intorno alle 19 e 30 sono riusciti nell’intento di entrare subito, i ritardatari hanno invece dovuto affrontare file mostruosamente lunghe, indice di ottima risposta ad un evento culturale da parte dei cittadini di Roma e non, per riuscire a visitare almeno uno solo dei musei che permettevano l’entrata gratuita nelle ore notturne.
Non vi erano solamente musei Romani, ma vi era anche l’opportunità di addentrarsi nei fasti dell’antico palazzo Sforza, Palazzo Barberini, per mirare quadri e pittori come Tiziano, Bronzino, Caravaggio e tantissimi altri che dal Medioevo al ‘700 hanno fatto la storia dell’arte Italiana.
Non solo arte Romana e Moderna, per gli amanti dell’universo e delle scienze e per i più romantici, anche il Planetario dell’EUR è rimasto aperto fino all’una di notte per far emozionare, come al suo solito grazie all’ottimo lavoro che svolgono da anni i responsabili, gli amanti delle stelle e della mitologia permettendo un tuffo nell’infinito e nell’antichità.
Nel complesso devo ammettere che è stata un’iniziativa veramente straordinaria, che ha dato la possibilità agli amanti della cultura di vivere a pieno lo splendore non solo di Roma città ma anche dei suoi tesori nascosti nei musei.
Eventi del genere, dovrebbero essere organizzati più spesso, danno l’opportunità alle persone che di solito non si immergono in ambienti prettamente culturali di avvicinarsi anche se solo per una notte a ciò che di più bello l’uomo possa creare e scoprire, L’Arte e la scienza.

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.