News Rivista — 30 maggio 2013

Iniziative concrete a tutela dei contenuti di internet: è la richiesta avanzata dall’autorità garante della Concorrenza e del Mercato al Governo e al Parlamento. La rete ha un ruolo fondamentale per la crescita economica del Paese; tuttavia, l’ampliamento degli ambiti attraverso i quali è possibile reperire notizie rischia di diventare un disincentivo all’elaborazione e alla produzione di contenuti informativi a livello socialmente desiderabile. La soluzione –afferma l’Antitrust- consiste nell’adottare soluzioni capaci sia di tutelare il diritto del pubblico alla diffusione della conoscenza, sia di non soffocare la potenzialità della rete. Il primo passo da compiere, dunque, è mettere all’ordine del giorno, in tempi adeguati rispetto alle esigenze di trasformazione del settore, una disciplina che contempli strumenti idonei a incoraggiare su internet forme di cooperazione virtuosa tra i produttori dei contenuti editoriali e i fornitori di servizi innovativi che riproducono ed elaborano i contenuti protetti dai diritti di proprietà intellettuale. Esperienze come quelle della Francia sono esempi da prendere in considerazione: grazie alla stipulazione di un accordo con Google, gli editori avranno a disposizione 60 milioni di euro per sostenere la transizione digitale dalla stampa e i relativi investimenti e innovazioni. In alternativa, è possibile intervenire sulla disciplina della proprietà intellettuale, con la finalità di introdurre una forma di remunerazione per gli editori per le attività che vanno ad alimentare i servizi di diffusione delle informazioni sulla rete; una direzione già intrapresa dalla Germania. È bene, però, tener presente che attraverso un eccessivo irrigidimento dei sistemi di protezione autorali, i costi legati alla remunerazione degli editori potrebbero riverberarsi sugli utilizzatori finali, con effetti negativi per l’accesso all’informazione e il pluralismo.

 

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.