Curiosità dal web Rivista — 11 dicembre 2013

Questo pezzo è dedicato a coloro che hanno una di quelle passioni che ti toglie la vita. Una di quelle passioni gelose di tutto il resto e per le quali vale la pena sacrificarci, quelle che ti impegnano e ti fanno sudare, i risultati prima o poi si vedranno e quando arrivano sono inaspettati.

Una passione è l’esatta copia di una donna: puoi anche non averla sposata, puoi non averle fatto grandi promesse eppure lei ti guarderà con gli occhi di chi ti rimprovera di non essere solo suo. Mi vengono in mente gli scrittori, perchè la scrittura è una di quelle scelte che si fanno con cuore solo spegnendo il cervello. È piuttosto sconveniente doversi occupare delle emozioni di tutti. Lo scrittore è un po’ il riparatore dei cuori infranti dei lettori, a riparare il suo di cuore ci pensa da solo. Gli basta scrivere. Gli scrittori sono i veri romantici, me li immagino già quando sta per arrivare il Natale, pieni di nuovi spunti sotto l’influenza dell’unico periodo caldo della stagione fredda.

Dato che siamo ormai vicini al Natale, nonchè al momento della consegna dei regali, dovremmo pensare a qualcosa di speciale per i nostri amici scrittori, celebrare il loro dono e la loro condanna con un pensiero carino ed utile allo stesso tempo. Arriva direttamente dall’Huffington Post la top five dei regali perfetti per uno scrittore. Forse in questi tempi in cui la funzione e l’identità dello scrittore sta cambiando e fondendosi con quella del lettore e dell’editore risulta difficile comprendere la personalità di chi scrive a tal punto da poter definire un regalo totalmente adatto al suo lavoro. Il digitale si sta espandendo in tutti i campi, si scrive sempre di più sulla tastiera e non va nemmeno più di moda la carta da lettere.

Eppure chi ama la scrittura non potrà di certo fare a meno degli oggetti che un tempo erano indispensabili per scrivere mentre ora rappresentano più una reliquia, un segno di eleganza e tradizione.

La penna ad esempio, che sia da collezione o con decorazioni fatte a mano, stilografica o a sfera impreziosita da dettagli più o meno costosi è uno dei doni più belli e più accreditati. Nonostante si possa ritenere scontato credo che per gli appassionati di scrittura abbia un significato molto più profondo.

Lo stesso vale per i notebooks, oggetti elegantissimi rilegati in pelle e firmati ormai anche da case di moda. Ed ecco composto il kit perfetto, non si tratta più di utilities ma del segno di riconoscimento del “vero” scrittore.

Se volete essere più moderni e pratici allora potete ricorrere a doni “virtuali” ma non per questo da sottovalutare. Utili per scrive su blog o riviste online sono i software di correzione automatica o programmi di talk-to-text e riconoscimento automatico della voce dai devices di registrazione.

Un aiuto pratico di cui sicuramente il vostro amico vi sarà riconoscente.

Cambiamo di nuovo genere con un dono dalla duplice funzione, un oggetto simpatico ma adatto solo a veri booklovers. Vanno sempre più a ruba le maglie con citazioni di grandi scrittori spesso illustrate con simpatici disegni e motivi particolari.

Le t-shirt sono anche personalizzabili così come molti altri oggetti sui quali potrete scrivere la frase perfetta per il vostro scrittore di casa.

Un’altra possibilità sono quindi gli oggetti handmade personalizzabili facilmente reperibili su siti web come cafepress.com, zazzle.com e  Etsy.com  in cui il vintage è di casa. L’utlima possibilità offerta dall’Huffington Post è senza dubbio la migliore. Quali sono i problemi più grandi di uno scrittore? L’ispirazione, la concentrazione, il tempo. In molti scrivono di notte per fare del silenzio il luogo ideale, quasi tutti hanno un loro studio, la porta è sempre chiusa e non c’è bisogno di appendere il cartellino “do not disturb”.

Perchè non regalare allora tempo, un luogo che potrebbe sipirare e la tranquillità che permette la giusta concentrazione?  La soluzione è un weekend in una località a vostra scelta magari in un bed & breakfast o in un centro benessere. Si meritano di essere trattati bene questi scrittori, gli ultimi veri romantici dei nostri tempi. Da buoni lettori approfittiamo del Natale per far loro un regalo degno del loro lavoro. Ma non dimentichiamo che si tratta di scrittori e il miglior modo per celebrarli è fare in modo che le loro parole non muoiano mai.

Gaia Schiavetti

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.