News Rivista — 17 maggio 2013

Molti incontri importanti generano un’attesa snervante, un clima che pesa sulle spalle e un tempo che non è mai stato così lento.

Se poi l’esito del meeting è assolutamente variabile e si mostra strada facendo, allora la curiosità spinge il pubblico ad aprire bene le orecchie e a captare qualsiasi segnale che possa anticipare un risultato.

E saranno proprio in questo stato i 251 studenti che il 24 e 25 maggio 2013 assisteranno al convegno sull’editoria organizzato a Bagnaia dall’Osservatorio permanente Giovani-Editori presieduto da Andrea Ceccherini.

Il match più atteso è tra Gerard Baker e Jill Abramson, direttori rispettivamente del Wall Street Journal e del New York Times. Due modi di fare informazioni differenti, ma soprattutto due approcci al futuro speculari, paralleli. Il primo di spirito conservatore e con forte attenzione al mercato, il secondo più liberale.

L’obiettivo del meeting è quello di trovare una strada percorribile che possa mantenere l’autorevolezza e l’indipendenza dell’informazione.

Il programma intenso del convegno vede la partecipazione di professionisti di ambiti lavorativi diversi, ma che comunque definiscono le possibilità e l’andamento del mondo dell’informazione (il leader di Confindustria Giorgio Squinzi, banchieri come Alessandro Profumo (Mps), Federico Ghizzoni (Unicredit), Enrico Cucchiani (Intesa Sanpaolo), Giovanni Bazoli e Giuseppe Guzzetti, il presidente del Pontifico Consiglio della cultura Gianfranco Ravasi e l’ambasciatore americano in Italia, David Thorn).

“Spero che due leader internazionali di questo calibro – commenta Ceccherini – possano ispirare gli editori italiani nel ritrovare la rotta perduta. Oggi c’è più bisogno che mai di infondere fiducia e coraggio a un mondo dell’editoria che deve rimboccarsi le maniche piuttosto che piangersi addosso. Sarà questo lo spirito di Bagnaia: quello di chi vuol suonare la carica per spingere i nostri editori a giocare più in attacco e meno in difesa”.

L’Italia giovane si prepara al futuro con la cultura.

 

Share

About Author

scrivendovolo

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.